venerdì 11 dicembre 2015

È un anno di svolte

È un anno di svolte.

[ "Vorrei capire con i miei piccoli occhi mortali..." (A.M)
 "Perdono tutti e a tutti chiedo perdono"...  (C.P) ]

Unirò attorno a me
Chi si sente offeso
dai miei comportamenti passati.

E non avrò mai più fantasmi
A tormentare il mio vello!

È un anno di Misericordia, E Perdono,
Deposito i rancori ai piedi dell'altare,
Di Uomini e donne famelici in gabbia!

Il cuore or quieto,
Dalla tenebra degli anni
Attende il nascituro.

Capo e uomo sarà 
Invitto e CruceSignato,
Cavaliere fra Levante e Ponente
Simile al pagano Vahakn, 
col cimiero del prode e santo Vartan
Sarà ricoperto,
Di che diede ad Ario, il perfido,
Il suo primo è giusto ceffone, 
porterà il Sacro Nome.
Come quello, 
Tre sfere di Fede terrà sul Vero Libro
E il giunco del pastore 
brandirà con l'altra mano.  

Che al suo controllo non sfugga mai bestia feroce, 
ogni agnello sparuto belante 
Correrà sotto il suo manto!