martedì 17 marzo 2015

16 marzo 2015 il ricordo della scorta di Aldo Moro

I componenti della scorta del Presidente Alo Moro
Ci troviamo oggi 16 marzo 2015 come ogni 16 marzo a ricordare due vicende assai diverse eppure accomunate da un simile dolore. 
Due morti differenti che lasciano un vuoto ancora incolmabile. 
È il senso della storia. Il 16 marzo 1978 in via Fani avveniva il cambiamento più repentino e catastrofico che la nostra Repubblica conosca. 
Forze a-storiche, occulte, antidemocratiche attentarono alla vita di uomini, padri di famiglia e servitori dello Stato. Erano gli uomini della scorta del presidente Aldo Moro. 
Iniziano così cinquanta dieci giorni in cui la storia della nostra democrazia mutò molto profondamente tenuta in scacco da un 24 enne e dai suoi amici, compagni di partito, rivoluzionari da operetta, come da operetta sono tutti i personaggi tragicomici di questa vicenda. 
Via Fani dopo l'agguato del 16 marzo 1978
Alcuni di questi sono dittatori da operetta, servizi segreti qualunquisti e Comunisti della domenica, sono morti disfatti dall'opinione stessa della Storia in senso Annalistico
Il cinquantacinquesimo giorno il presidente Moro, come sappiamo, fu trovato in una Renault 4 rossa. Ricordarsi di questa vicenda è un dovere per la nostra democrazia, per il nostro senso dello Stato. In molti ci fanno finta di niente, qualcuno ci sono su anche una risatina giustificatorio. Ma come tutti sanno la Renault 4 piovve dal cielo, da momento all'altro in via Caetani Roma a metà strada quasi esatta tra via delle Botteghe Oscure, sede del Partito Comunista e Piazza del Gesù sede della Democrazia Cristiana. Era il maggio odoroso e tu, italiano, così solevo menare il giorno. 
Intanto killer di mafia o di forze paramilitari, addestratissimi, avevano distrutto con audacia, terrore, cattiveria e forza invereconda la vita degli uomini della scorta del presidente Moro. Sullo Stato veniva portata la minaccia da forze ed essere non conosciuti ma inesorabili nella loro persecuzione, prossimi al divenire per aver generato il non loro: la distruzione dello Stato Democratico.