lunedì 2 giugno 2014

Referendum Anti Riforma Fornero. Firme entro il 3 giugno 2014

Fino al 3 giugno 2014 è possibile apporre la propria firma a sostegno di alcuni quesiti referendari presso l'ufficio elettorale del Comune di Residenza
Uno tra questi chiede l'abolizione della Riforma Fornero sulle pensioni.

In pratica il quesito chiede di abrogare la Legge Fornero del Governo Monti che colpisce i giovani, tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori.
La Riforma non è stata solo Riforma delle Pensioni perché fra l’altro, ha penalizzato non solo l’uscita dal mondo del lavoro, allungando l’attività lavorativa di milioni di donne già impegnate nel lavoro familiare. 
Tale riforma ha creato i cosidetti ESODATI lasciando senza stipendio né pensione centinaia di migliaia di lavoratori, fatto gravissimo in 70 anni di Repubblica Democratica fondata sul lavoro.
Sempre a proposito di lavoro tale riforma ha creato il blocco del tournover, impedendo ai giovani di entrare nel mondo del lavoro e rompendo il patto sociale tra generazioni. 
Tutto ciò è antidemocratico e minaccia di creare una scissione sociale tale da mettere in crisi per sempre l'Italia.
Abrogarla questa becera riforma significa ridare dignità al lavoro ed ai lavoratori e dare la speranza di un futuro migliore ai nostri giovani.

Testo del quesito referendario

Volete Voi che sia abrogato:
il decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, recante "Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici", convertito in legge, con modificazioni, dall'articolo 1, comma 1, della legge 22 dicembre 2011, n. 214, nel testo risultante per effetto di modificazioni e integrazioni successive, limitatamente all'articolo 24?