martedì 18 giugno 2013

sognando l'amore a Gazi Park - dreaming love in Gazi Park




Sognando Amore a Gazi Park 

liberamente tratto da COME QUALCOSA DI SACRO di Efraim Medina Reyes

Ti ho sognata. Mi sveglio sull'erba calda in uno strano paesaggio. Lontano si levano pigre le montagne e sento i versi dei grilli e degli uccelli e la tua voce che pronuncia il mio nome in un tono soave e intimo. Sei stesa lì sull'erba, vestita di rosso, scalza, con i capelli sciolti. I tuoi occhi brillano come se dentro di essi si fossero date appuntamento tutte le stelle. La tela del vestito è così delicata che la tua pelle si vede in trasparenza. I miei occhi scendono lungo il tuo ventre e si fermano nell'abisso del tuo sesso. 
Mi chiami con un gesto e mi siedo al tuo fianco. Sei talmente bella come il sogno dei miei sogni, una donna fatta di carne e desiderio, vibrante, senza paura della sua natura né delle sue forme. Una sensazione di vertigine m’invade. Il mio corpo si riempie di te, aspiro il tuo odore, il tuo passato, le tue notti di solitudine e insonnia, i tuoi sorrisi, le tue angosce. La luce dei tuoi occhi mi abbaglia e le tue labbra socchiuse sono la risposta esatta alla mia sete. Le mie labbra sfiorano le tue e il caldo è sempre più forte. Posso sentire l'incessante ritmo dei nostri cuori. 
Ti bacio e la mia sete aumenta, ti bacio fino a sentire il tuo sangue che scorre, ti bacio fino a perdere il senso del tempo e la coscienza del mondo. Sei tutto il mondo che esiste, tutta la bellezza e l'amore. Il mio viso affonda nei tuoi capelli e respiro il tuo odore e bacio i tuoi capelli e lecco la tua nuca e bacio i tuoi occhi, il tuo naso, ogni tuo tratto e lo registro in me e so che ti amo. Sei tanto, tanto bella. Non ci sono frontiere. Ti abbraccio, ti bacio.
Accarezzo il tuo corpo, imparo la tua natura, mi lascio trasportare. Non voglio avere il controllo, non voglio il dominio, solo vagare alla deriva del tuo corpo bello e unico, il tuo essere che condividi col mio essere. La bellezza non ha una forma definita, amore mio. La bellezza è la consegna e il desiderio, la bellezza è il vuoto che si riempie di te. Lì in alto il cielo è il nostro complice. Chiudi i tuoi occhi, pronuncia il mio nome nella solitudine della tua mente, lascia cadere le tue mani lungo il tuo ventre e mi sentirai lì, mentre il vento che passa giammai ci appartiene! 

_____________________ Dreaming Love in Gazi Park 

I'dreaming of you!I wake up warm on the grass in a strange landscape. Far away, the mountains rise lazy and I hear the lines of the crickets and birds and your voice that pronounces my name in a deep and intimate tone. You lay there on the grass, you're dressed in red, you're barefoot, hair is loose. Your eyes shine as if they were encountered within all the stars.
 The cloth of the dress is so gentle that your skin can be seen in transparency. My eyes run down your belly and stop the abyss of your gender. You call me with a gesture and I sit by your side. You are so beautiful as the dream of my dreams, a woman made ​​of flesh and desire, vibrant, fearless of his nature nor of its forms. I am filled with a feeling of dizziness.
My body is filled with you, I aspire to your smell, your past, your lonely nights without sleep, your smiles, your anxieties. The light dazzles me of your eyes and your lips are parted the exact answer to my thirst. My lips touch your and the heat is getting stronger. I can hear the relentless rhythm of our hearts. I kiss you and my thirst increases, kiss you till I feel your blood flowing, I kiss you until you lose consciousness of time and the conscience of the world. You're all the existing world, all the beauty and love. 
My face sinks in your hair and I breathe your scent and your hair kiss and lick your neck and kiss your eyes, your nose, your every stroke and record it in me and I know that I love you. You are so, so beautiful. There are no borders. I hug, I kiss you. I pat your body, I learn your nature, I I get carried away. I want to lose control, I not want dominate, I just want to wander adrift of your body beautiful and unique, your being that you share with my being. The beauty does not have a definite shape, my love. The beauty is the delivery and the desire, beauty is the emptiness that fills you. At the top, the sky is our friend and accomplice. Close your eyes, say my name in the solitude of your mind, you drop your hands down your belly, in that instant you will feel me, while passing wind will not ruin us!