sabato 1 giugno 2013

Ad una donna Orientale [di Carlo Coppola]


La Tua Grazia è scelta sublime,
il tuo nome di Bellezza mi confonde in vincoli di Luce:

La Tuo Amore è scelta di calore
nel volto Tuo io vedo la Creazione.

Sibili d'arte, passioni dal vero a Te chiedo
sono corte le onde al nostro Passaggio terrestre,
sbuffa il mare le sue Virginee acque.

Io Cammino per quanto camminano i Cieli,
risposte non attendo,
desideri non bramo più nuovi.

Un battito è interrotto da un pensiero del cuore
ancora uno, finché mi prenderà il sonno.

----------------------------------------For an oriental woman

Your Grace is sublime choice,
Your name Beauty confuses me in bonds of Light:

Your Love is the choice of heat
I see your face in the Creation.

Wheeze of art, from the true passions to You wonder
the waves are short passage to our land,
snorts the sea Virginee its waters.

I walk the walk for the Heavens
answers do not look,
desires do not crave the newest.

A beat is interrupted by a thought of the heart
one yet, until I take sleeping.