domenica 30 dicembre 2012

Bon voyage, madame Rita Levi Montalcini

Si spengono le stelle che hanno dimostrato cosa c'è di buono in questo Paese....

Si moltiplicano sulla rete i momenti di cordoglio per una grande donna italiana, che tenne testa senza parola eclatanti ma con l'efficacia della ricerca e della scienza al dilagare della dell'abuso della femminilità organizzato dalle televisioni commerciali italiane e dal loro mentore e capo di alcuni governi. I suoi appelli da tutti condivisi, però, restano inattesi ed è stato così che l'Italia si trova dov'è.
Noi tutti ci auguriamo che, a prendere il suo posto non giungano, altri Senatori a Vita modello Mario Monti che ora infangano lo Stato e la Chiesa Cattolica donando 5 milioni di euro ad una fondazione riconducibile ad un alto prelato, cercando di acquistare, così, il voto politico di una parte della Chiesa Cattolica Apostolica Romana. 

La stessa Rita Levi Montalcini disse tra l'altro:

"Le Donne che hanno cambiato il mondo, non hanno mai avuto bisogno di "mostrare" nulla, se non la loro intelligenza." 
---------


"Tutti dicono che il cervello sia l'organo più complesso del corpo umano, da medico potrei anche acconsentire. Ma come donna vi assicuro che non vi è niente di più complesso del cuore, ancora oggi non si conoscono i suoi meccanismi. 
Nei ragionamenti del cervello c'è logica, nei ragionamenti del cuore ci sono le emozioni."

---------

"Nella vita non bisogna mai rassegnarsi, arrendersi alla mediocrità, bensì uscire da quella "zona grigia" in cui tutto è abitudine e rassegnazione passiva, bisogna coltivare il coraggio di ribellarsi."