sabato 3 novembre 2012

Saluto al Camerata Pino Rauti


La prima volta che ebbi modo di conoscerlo di persona fu nella Sede della Fiamma Tricolore in via Suppa a Bari.
Allora facevo parte di quel movimento per stima personale nei confronti non solo del Fascismo quanto della Destra Sociale dalla quale Rauti aveva voluto proclamarsi difensore assoluto dopo con il Congresso di Fiuggi, voluto sventuratamente, dall'attuale presidente della Camera On.Gianfranco Fini per chiudere i conti con uno scomodo e glorioso passato.
Fu così che conobbi l'on. Pino Rauti e mi infiammò il cuore di amor patrio, di ideali non tanto guerreschi, quanto sociali e civili, meglio di quanto non abbiano mai fatto vibrare altri in futuro. 
Con lui c'erano il prof. Giuseppe Incardona, e il prof. Vincenzo Rizzelli, mio insegnante di matematica al ginnasio e al liceo, e don Olindo Del Donno
Tutti questi camerati mi hanno insegnato molto della vita e se tante sfumature sono oggi per me cambiate e molto del mio spirito si è oggi modificato, la mia tempra di camerata resta invitta e combatte ardente contro gli oscuri mali della vita che affliggono  la ricerca umana e professionale dei nostri giorni.
Saluto a te, Camerata Pino Rauti!