mercoledì 12 settembre 2012

Lutto Per la cultura Ebraica meridionale: muore Cesare Colafemmina


Si spegne dopo una lunga malattia Cesare Colafemmina grandissimo studioso di cultura ebraica. 

Era nato Teglio Veneto nel 1933 ed è morto oggi 12 settembre 2012. 
Storico, scrittore, filologo, archeologo e biblista italiano, ha insegnato Epigrafia ed Antichità Ebraiche all'Università degli Studi di Bari e Lingua e Letteratura Ebraica presso l'Università della Calabria. 
Pioniere degli studi storici sull’ebraismo in Italia meridionale, e del cristianesimo dei primi secoli, si era formato presso il Pontificio Istituto Biblico di Roma, dove conseguì la licenza in scienze bibliche. Imprescindibili le sue ricerche siti Ebraici di Venosa e sugli impianti ebraici della Bari medievale.
Si era laureato in Filosofia presso l'Università degli studi di Bari. 
Dal 1975 era stato ricercatore presso l'Istituto di Studi Classici e Cristiani. 
Nel 1985 ha fondato la rivista "Sefer Yuhasin" e ha diretto importanti collane di storia e letteratura giudaica.
Tra le sue numerose pubblicazioni la traduzione e l'edizione critica della cronaca ebraica di Ahimaaz ben Paltiel. 
Il 27 ottobre 2011 gli è stata conferita la civica benemerenza da parte del comune di Acquaviva delle Fonti e nel 2012 ha ricevuto il premio "Arca di Noè" per cultura e sapere inscindibilmente uniti all'amore per la verità e per l'uomo, ambiti ai quali ha dedicato tutta la vita. 
Oggi la cultura pugliese ed ebraica meridionale perde uno dei suoi massimi riscopritori. 
I funerali si svolgeranno alle 16:00 nel duomo di Acquaviva il 13 settembre.
Shalom prof. Colafemmina!