lunedì 6 agosto 2012

Festival Troia Teatro 2012: dal 6 al 12 agosto “Tuttun’altra Troia” [di Carlo Coppola]


dal sito http://www.lsdmagazine.com/festival-troia-teatro-2012-dal-6-al-12-agosto-tuttunaltra-troia/11702/

Festival Troia Teatro 2012
Troia cittadina dei Monti Dauni era nota fino a pochi anni fa per due elementi fondamentali, la sua cattedrale trionfo del romanico pugliese e, ricettacolo, secondo i bene informati, di rilevanti segreti esoterici, oltre che custode di uno degli Exultet più belli della storia dell’arte medievale in Italia meridionale, e il vitigno autoctono pugliese, declinato nei suoi diversi nomi, tra i più noti e diffusi sul territorio regionale. Da alcuni anni accanto a queste tipicità ve ne sono altre in primis un dolce la Passionata, sul mercato da circa 3 anni, “armonia di dolcezza a base di ricotta e pasta di mandorle amalgamati con canditi e finissimo pan di spagna ed altri prodotti naturali del Subappennino dauno” (http://www.luceraweb.eu/Giornale.asp?ID=16771). 
Ma oltre l’arte e l’enogastronomia il territorio offre certo più. Giunto alla sua settima edizione quest’anno è il Festival Troia Teatro un’esperienza cresciuta nel tempo e presente oggi nel selezionatissimo circuito dei festival di eccellenza che si svolgono in Puglia.La mission dell’edizione 2012 - ha spiegato in un completo intervento programmatico il direttore artistico Francesco De Santis - guarda all’idea di alterità, con lo scopo di confrontarsi con l’altro, per farsi contaminare. Compagnie internazionali e buskers stranieri che animano i più importanti festival mondiali, provenienti da Colombia, Inghilterra, Spagna e Olanda, saranno protagonisti dell’evento. “Mentre nella passata edizione abbiamo cercato un’identità comune guardando essenzialmente al nostro territorio - ha precisato De Santis - quest’anno vogliamo scoprire il nuovo, far riferimento all’altro, iniziando un percorso di confronto che porti nuovi stimoli e nuova linfa alla ricerca artistica della kermesse. L’altro da sé è infatti, elemento necessario per il raggiungimento di una coscienza artistica rigenerata e rigenerante. Per questo la seconda edizione di quello che è divenuto un vero e proprio del concorso, ha come scopo quello di promuovere creazioni artistiche che indaghino sul tema del Bene e del Male, sul momento di criticità dei valori comuni e sui loro parametri di delegittimazione. “Questo l’interessante programma del Festival Troia Teatro 2012S PETTACOLI TEATRALI 9 agosto ore 22.00 abside CattedraleAll’idea di quel metallo – Posteggiatori Tristi “Canzoni d’amore e di sdegno, facili guadagni, zumpate e lame scintillanti, ospiti inattesi e disturbate, questo e tanto altro aspetta i nostri nel difficile compito di portare a casa la giornata”.10 agosto ore 21.00 chiostro di San BenedettoAra! – Moveo“ARA! È l’ultima creazione di Moveo Teatro, uno spettacolo visuale e fisico, una tragicommedia sull’arte della convivenza”.12 agosto ore 23.00 chiostro di San Benedetto L’Amore il Vento e la Fine del Mondo – TeatroDiLina“…un nostro personale discorso sul senso e il non senso delle cose che ci accadono, sul significato del nostro stare al mondo e sullo spaesamento che sentiamo di vivere ogni giorno”.
PROGETTO “RESIDENZE CITTA’ DI TROIA”
Il Festival Troia Teatro per l’edizione 2012 conferma il progetto delle “residenze teatrali” . Perseguendo il fine di portare “il teatro fuori dal teatro”, compagnie professionali di attori saranno ospiti del Comune di Troia, che facendosi promotore e coproduttore degli spettacoli, metterà a disposizione il proprio territorio per essere “gestito ed abitato artisticamente” dalle compagnie ospiti.Con le residenze il Festival vuole incentivare la partecipazione attiva del pubblico, vuole continuare a lavorare sulla possibilità di utilizzare a fini artistici spazi non tradizionali (piazze, strade, edifici privati, esercizi commerciali), vuole orientarsi verso la ricerca di nuovi linguaggi, puntando alla coesione sociale e soprattutto a favorire le occasioni di incontro tra artisti e pubblico, al di fuori del teatro. Le residenze puntano dunque a ricostruire il rapporto fra scena e platea, favorendo i processi e i percorsi artistici che traggono linfa dal territorio ospitante.Quest’anno il festival ospiterà dal 6 al 12 agosto 2012 due residenze teatrali:“labirinto” il cammino come ricerca teatrale. La residenza che ha lo scopo di realizzare un lavoro comune sul tema del cammino tra diverse realtà di differenti territori. La residenza sarà curata dalla compagnia Italiana Teatri 35 attiva nel nostro territorio e dalla compagnia spagnola Moveo.“pinocchio” – residenza sul tema dell’educazione che avrà per protagonisti i ragazzi e i loro educatori. Il lavoro sarà diretto dal Centro Arti Integrate di Matera (IAC).LABORATORICome ogni anno il Festival propone laboratori artistici gratuiti, permettendo a tutti di avvicinarsi all’arte: chiunque può diventare parte attiva del processo creativo del *Festival *Troia *Teatro.In questa edizione del festival saranno proposti 4 diversi laboratori, tre dei quali propedeutici alle due residenze: il laboratorio sulla tecnica dei tableaux vivants, il laboratorio di teatro e improvvisazione ed laboratorio per ragazzi. Il quarto laboratorio sarà incentrato sulle tecniche cinematografiche.
PREMIO *FESTIVAL *TROIA *TEATRO - ECEPLAST
All’interno del programma del festival l’organizzazione conferma, con il contributo dell’azienda ECEplast, la sezione di concorso Festival Troia Teatro - Premio ECEplast che ha la finalità di valorizzare il lavoro di compagnie emergenti e indipendenti che operano nel teatro d’innovazione, nella danza contemporanea e nella performing art.La seconda edizione del concorso ha come scopo quello di promuovere ed incentivare creazioni artistiche che indaghino sul tema del Bene e del Male, sul momento di criticità dei valori comuni e sui loro parametri di delegittimazione.Cos’è il Bene, cos’è il Male? Cos’è Giusto e cosa non lo è?Come proteggersi, come lottare, come reagire, come salvarsi.Cosa ci fa male e cosa ci fa bene? Dovere e piacere, premi e castighi.Dove si annida il male? Dove scovare il bene? Il denaro, la salute, il conflitto, la giustizia, la religione, il lavoro…Legge naturale e legge positiva. Singolo e società.Riflessione sul problema etico in un momento in cui la compattezza dei valori viene messa in discussione ed i consueti criteri di legittimazione, come i principi riconosciuti per stabilire ciò che è bene e ciò che è male, risultano destrutturati.La ricerca sul tema indicato sarà declinata dai singoli artisti selezionati secondo la propria sensibilità e i propri mezzi espressivi. 

PROGETTO CAROVANA

Il Festival ospita la Carovana di arte di strada per legare sempre di più l’arte a spazi non convenzionali, in cui l’artista crea un legame immediato con i luoghi e gli spettatori.Questo progetto si avvale della “filosofia del cappello” che accompagna il festival dal 2005, anno della Iª edizione, permettendo al pubblico di manifestare il proprio gradimento attraverso una donazione spontanea all’artista ed allo spettacolo.
VETRINA D’ARTISTA
L’arte, ricercando luoghi non convenzionali, ritorna in vetrina.L’intervento artistico si trasforma in istallazione, rendendo viva e pulsante la contemplazione del pubblico. Mostrandosi senza imposizione, l’arte in vetrina suggerisce con eleganza il canone estetico ed artistico.Il progetto, sostenuto da “Sica dal 1929” e “Rodrigo”, sarà sviluppato dalla collaborazione di due artisti, Francesca Traversi e Luca Acito, che utilizzerà la vetrina come factory dove sviluppare i suoi lavori e la sua creatività in esposizione costante per la curiosità dei visitatori.
INFO POINT
Ufficio TuristicoPiazza Cattedrale, Troia (FG)
dal Lun. alla Dom. - chiuso il Mer.Dalle 10:00 alle 20:00T.
+39 0881 97 00 20www.troiateatro.it

In foto un momento della conferenza stampa