domenica 10 gennaio 2010

da Umile Preghiera [di Hrand Nazariantz]


riporto qui un breve frammento tratto da "Umile Preghiera" di Hrand Nazariantz(Istanbull 1886?- Conversano 1962)

 O mia piccola Madonna, o mia Signora di Grazie,
accordami la felicità di amare,
la nostalgica felicità di amar gli uomini,
e, se ancora possbile di credere in essi...
tu sorriso infallibile, tu silenziosa Speranza
insegnami l'Amore in mezzo alle innumeri onte,
l'arcano Amore rassegnato al cospetto delle vili calunnie,
l'Amor che troneggia supremo
sugli altari
dei tempi secolari
dove agonizza ancora il Figliuol di Maria...

O sia piccola Madonna, o mia Signora di Grazie,
accordami la felicità di amare,
gli uomini, che si torturan di orgogli
e si uccidono in nome della Vita
e s'incatenano in nome della Libertà,
- qual mai la dura legge che può voler tanti morti? ... -
accordami, o mia Signora di Grazie,
la felicità di amare e la meravigliosa gioia di Vivere,
in mezzo a tante uggiose perversità!
Risveglino in me, le tue sublimi parole
altri puri pensieri, altri soavi sguardi
e sulla mia Strada, accendan la Lampa dai chiari getti d'oro....