venerdì 25 dicembre 2009

A diciotto anni da "Per amore del mio popolo"

Diciotto anni fa, il 25 dicembre 1991, dai pulpiti delle chiese della Foranìa di Casal di Principe, risuonava un grido di dolore e un invito alla mobilitazione contro la camorra.
Per amore del mio popolo era il titolo dell’appello ispirato da don Giuseppe Diana e fatto proprio dai parroci di Casal di Principe, di San Cipriano d'Aversa, di Casapesenna, di Villa Literno, di Villa di Briano e del parroco del Santuario della Madonna di Briano.
Il documento era innanzitutto un invito alla ribellione per quel che succedeva in queste terre, quando a cadere sotto i colpi della violenza camorristica erano decine di persone, per lo più giovani che avevano scelto la strada della violenza e della sopraffazione.
Un documento profetico, che ancora oggi è attuale nella denuncia, nell’analisi e nell’invito alla mobilitazione di ogni cittadino che ha a cuore le sorti del proprio territorio.
A Natale del 2009, nel ricordare quella scelta coraggiosa di chi non si piegò alla camorra e diede la vita per il suo popolo per avere scelto di amarlo e di non tacere, vogliamo rilanciare quell’appello e la necessità di continuare a far camminare le idee di don Giuseppe Diana, affinché queste terre siano definitivamente liberate dalla presenza della camorra.

Santo Natale e Propizio 2010
Libera Coordinamento di Caserta e Comitato don Peppe Diana