domenica 11 ottobre 2009

Storico accordo tra Turchi e Armeni

Turchia e Armenia hanno firmato questa sera a Zurigo lo storico accordo di normalizzazione che dovrà porre fine a quasi un secolo di ostilità tra i due Paesi. La cerimonia della firma si è svolta con oltre quattro ore di ritardo sull'ora fissata a causa di difficoltà dell'ultimo minuto tra la delegazione Usa e quella armena.
Alla cerimonia prendono parte, oltre ai due ministri degli Esteri firmatari - il turco Ahmet Davutoglu e l'armeno Edward Nalbandian - anche il ministro degli Esteri della Confederazione elvetica, il segretario di Stato Usa Hillary Clinton, il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov e quello francese Bernard Kouchner.
L'Europa è rappresentata dal presidente del Comitato dei ministri del Consiglio d'Europa, lo sloveno Samuel Zbogar, e dal capo della diplomazia Ue, Javier Solana.
La Commissione europea accoglie con favore la firma da parte dei ministri degli Esteri dell'Armenia e della Turchia dei protocolli che stabiliscono relazioni diplomatiche e di sviluppo bilaterale, inclusa l'apertura del confine comune.
L'esecutivo Ue, si sottolinea in un comunicato, considera la firma un "passo coraggioso" verso la pace e la stabilità nella regione del Caucaso meridionale e "una decisione davvero storica che mostra la disponibilità al compromesso su entrambi i fronti".