sabato 7 febbraio 2009

Per Eluana

Lasciamo che la vita faccia il suo corso! Non teniamola stretta a cose ed egoismi, non asserviamola ad interessi politici, partitici e personalismi.
La vita è sacra ma accanirsi ad essa è un assurdo delitto. La scienza medica compie un assurdo salvandola fisicamente e non potendo ad essa conferire dignità di esistenza. Quale coscienza c'è in chi resta? Quale in chi non è più dotato di alcuna reazione neppure quelle indotte?
E' vergognoso distrarre il paese dai problemi reali e sottoporlo ad un nuovo supplizio.
Lasciamo che i morti possano seppellire i loro morti e che la vita possa riscorrere nelle vene della nostra società. Il resto è solo umano dolore, dolore personale.
Ma evidentemente qualcuno non ha ancora capito che questo non è uno stato Hegeliano. Lo stato "uber alles" non esiste!
Lo stato che decreta sulla vita e la morte dei cittadini lo rifiuta la Costituzione Italiana!
Negli anfratti di tutto questo si rifugia il totalitarismo!