venerdì 23 gennaio 2009

PSALMUS 47 (46)

Magistro chori. Filiorum Core. PSALMUS.
Omnes gentes, plaudite manibus,
iubilate Deo in voce exsultationis,
quoniam Dominus Altissimus, terribilis,
rex magnus super omnem terram.
Subiecit populos nobis
et gentes sub pedibus nostris.
Elegit nobis hereditatem nostram,
gloriam Iacob, quem dilexit.
Ascendit Deus in iubilo,
et Dominus in voce tubae.
Psallite Deo, psallite;
psallite regi nostro, psallite.
Quoniam rex omnis terrae Deus,
psallite sapienter.
Regnavit Deus super gentes,
Deus sedet super sedem sanctam suam.
Principes populorum congregati sunt
cum populo Dei Abraham,
quoniam Dei sunt scuta terrae:
vehementer elevatus est.

traslatio ad usum insepientes linguae Latinae
traduzione per coloro che non cononosco il latino

Al maestro del coro. Dei figli di Core. Salmo.
Battete le mani, popoli tutti, acclamate Dio con voci di gioia;
perché terribile è il Signore, l'Altissimo, re grande su tutta la terra.
Egli ci ha assoggettati i popoli, ha messo le nazioni sotto i nostri piedi.
La nostra eredità ha scelto per noi, vanto di Giacobbe suo prediletto.
Ascende Dio tra le acclamazioni, il Signore al suono di tromba.
Cantate inni a Dio, cantate inni; cantate inni al nostro re, cantate inni;
perché Dio è re di tutta la terra, cantate inni con arte.
Dio regna sui popoli, Dio siede sul suo trono santo.
I capi dei popoli si sono raccolti con il popolo del Dio di Abramo,
perché di Dio sono i potenti della terra: egli è l'Altissimo.