lunedì 4 giugno 2007

...Vacanze Romane...!!

Viaggiando in treno con la mia insostituibile Marina D. sono arrivato a Roma dove ho trascorso due giorni bellissimi.
I due giorni romani si sono fatti tre prima dalla Maria Luisa L. (absente viro approbando) poi dalla Anna T.
Sono stato, infatti, dalla mia amica Anna e del maestro Andrea C., che sabato ho avuto la ventura di salutare. Non vedendosi a Bari ci si vede a Roma, anche se lui si apprestava a ripartire per le corrotte ed ormai aride, Terre di Puglia.
Ho ritrovato almeno in parte l'amico Stefano A., poi abbracciato, dopo qualche mese, Francesco G. e Alessandra R.
Ale e Fra mi hanno omaggiato della loro presenza in modo gentile e superlativo. Io ne sono rimasto molto commosso. Sono fiero di questi miei amici dei loro sguardi puliti, del loro non montarsi la testa, della loro moralità bella e sana, della loro generosità di sguardi e di scambi.
Ho conosciuto anche la super biondissima e ultra fashion Valentina praesentis mulier - sic - di Stefano.
Stefano A. fu - da me e da due mie amiche - soprannominato - inter nos e in codice - il leader carismatico - otto anni fa, nella Biblioteca Corsano della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bari. Era bellissimo con il suo aspetto da piccolo lord, garbo nei modi gentili ed eleganti, e tanti ricci in testa, vulcanico e discretissimo, al contempo, accento napoletano leggero: uno shake perfetto di ciò che avevo sempre desiderato come amico (...ma seven' auti tiemp...).
E in fine, ma non in fine, con noi ecco Nunzia, amica di tutti, compagna di casa della Maria Luisa, e spregiudicata collante di tutta la compagnia.
Ich bin in Rome. Hic est Urbs Urbis, la città che amo. La mia seconda squadra di calcio oltre il Napoli Calcio.
Amo i miei amici e, corrispondendo, mi onoro del loro amore.